La pallina unta

[…] essere forti, belli duri, come un bicchiere di cristallo. Ma si sa, una cosa quanto più è dura, più è fragile. Le sue molecole sono così ravvicinate, così attaccata l’una all’altra che all’urto non vedono l’ora diseparsi, scoppiare in mille pezzi, esplodere. Bisognerebbe imparare a rimbalzare, ad essere malleabili, elastici, ed unti. Farsi scivolare, rimbalzare le cose addosso. E quanto più forte è l’urto tanto più forte sarà rimandarlo indietro. Bisognerebbe essere egoisti, camminare per la propria strada, rimbalzare, come quelle palline pazze. Follia, egoismo, elasticità. Ecco, forse sta tutto qua il segreto.
Se almeno fosse facile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *