Il mondo tra le mani

[…] Julián prese il volto di Stella tra le mani, come se fosse la cosa più delicata e fragile di questo mondo. La più preziosa. I suoi palmi avvolgevano le sue guance, i loro occhi erano tremanti, le labbra serrate. Stella amava essere presa in quel modo, quella sorta di morsa leggera. Era sentirsi al riparo sotto una capanna durante un acquazzone, come dormire su un divano davanti ad un camino acceso mentre fuori ci sono zero gradi, come l’acqua della doccia che ti scorre lungo la schiena.
Stella si sentiva abbracciata dalla vita, Julián aveva il mondo tra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *