Suspicio?

[…] se ne dissero di parolacce, quella sera. Ad un certo punto era diventata una gara, ma non a chi offendeva più pesantemente, bensì a chi riusciva ad attutire i duri colpi. Nessuno ne uscì vincitore, persero entrambi, da queste storie si finisce sempre tutti vinti. Lui la accompagnò a casa con la sua cadillac, ma nonostante in quel momento la odiasse per il male che si erano fatti, non l’avrebbe mai fatta scendere da quell’auto. La persona che gli aveva procurato dolore era la stessa che poteva salvarlo, guarirlo. L’amore è un po’ così, è l’unica cura ai disastri che esso stesso provoca.